Ritenzione Idrica: sintomi, cause e rimedi

La ritenzione idrica è un disturbo che colpisce entrambi i sessi, ma principalmente le donne. Nel nostro paese colpisce in media una donna su tre. La ritenzione idrica è la tendenza delle cellule di trattenere i liquidi, le tossine e i sali minerali. Molti pensano che la ritenzione causi un aumento di peso, invece la situazione è capovolta, cioè il sovrappeso rallenta la diuresi, favorendo quindi la ritenzione idrica. Quest’ultima causa gonfiore e spesso dolore nelle zone del corpo che colpisce principalmente, come i glutei, le gambe, le caviglie e la pancia.

Questo fastidio spesso è confuso con la cellulite, soprattutto per il fatto che entrambe si manifestano negli stessi posti. Ma la cellulite è caratterizzata dalla tipica pelle “a buccia d’arancia” ed è un’infiammazione della cute e del tessuto sottocutaneo.

Cos’è la ritenzione idrica?

Con ritenzione idrica si intende la tendenza del corpo, in particolare dei tessuti, a trattenere i liquidi nell’organismo, specialmente nelle zone che sono predisposte all’accumulo di grasso (che solitamente sono addomecosce e i glutei). La ritenzione idrica è causata dallo squilibrio tra potassio e sodio.

Quando il sodio è presente in quantità maggiore rispetto al potassio, il corpo tende a trattenere più acqua. Questo causa l’alterazione della circolazione venosa e linfatica.

L’accumulo dei liquidi nei tessuti ne causa un rigonfiamento, un edema, dovuto all’aumento del liquido interstiziale tra cellula e cellula. Insieme ai liquidi ristagnano anche numerose tossine, causate dell’alterata circolazione venosa e linfatica. Quest’unione altera il metabolismo cellulare, già abbastanza compromesso dallo scarso apporto di ossigeno ed elementi nutrienti.

A lungo andare la ritenzione idrica può manifestarsi anche con sintomi gravi come dolore nel compiere determinati movimenti, mal di testa o difficoltà respiratorie.

Cause della ritenzione idrica

Le cause sono da ricercare in gravi patologie, tra le quali le disfunzioni cardiache, le disfunzioni renali, le infiammazioni e le reazioni allergiche o nel caldo o nella presenza del ciclo mestruale (o nell’assunzione della pillola anticoncezionale) oppure solamente in uno stile di vita sbagliato ed eccessivamente sedentario.

Le abitudini poco sane sono la causa più comune di questo disturbo. Alcune di queste contribuiscono ad aggravare la condizione, come il fumo, il consumo eccessivo di alcool, cibi salati e caffè; l’assunzione eccessiva di medicinali; lo stare a lungo in piedi senza muoversi, i vestiti troppo stretti o le scarpe con il tacco troppo alto. 

Il ristagno dei liquidi causato dalla ritenzione idrica è dovuto alla stasi della circolazione venosa e linfatica. 

Lettura consigliata:  Perché dovresti fare un massaggio rilassante per il tuo benessere

Sintomi della ritenzione idrica

Esistono svariati test a cui ci si può sottoporre per verificare l’effettiva presenza del disturbo della ritenzione idrica, per esempio attraverso l’esame del peso specifico delle urine. 
Ma se si desidera scoprirlo velocemente e a casa, basta premere con un po’ di forza il pollice sulla parte interessata, cioè per esempio la parte anteriore della coscia, per pochi secondi. Se dopo aver levato il pollice, rimane ben visibile il suo segno, l’impronta, con un alone intorno bianco, si soffre di ritenzione idrica. 
Un altro sintomo tipico sono le gambe gonfie e di un colorito non uniforme.

Rimedi della ritenzione idrica

Per risolvere questo problema, bisogna prima essere sicuri di conoscere le cause della ritenzione idrica. Tutti i motivi hanno comunque una cura che può ridurre o eliminare completamente il problema. Una volta escluse le patologie più gravi, se come causa rimane solo uno stile di vita errato, può bastare regolarizzarlo e introdurre alcune abitudini più salutari per avere benefici importanti. Se per esempio si sta molto in piedi, è bene ogni tanto alzarsi sulle punte dei piedi così da stimolare la circolazione, oppure dormire con i piedi leggermente rialzati da un cuscino.

Un rimedio efficace per migliorare questo problema è l’attività fisica, fatta con regolarità e giudizio, perché riattiva e rinforza la circolazione sanguigna e la muscolatura. Per risolvere il problema della ritenzione idrica però, l’attività fisica deve essere sana e tranquilla, come una passeggiata.

Molto importanti sono lo stretching e gli esercizi di respirazione per l’eliminazione delle tossine. Quest’ultimo processo si può aiutare anche con una sauna o un bagno turco rilassante perché stimolano il drenaggio dei liquidi, quindi l’eliminazione delle tossine. Anche i messaggi linfodrenanti alle gambe con oli, come quello di ginepro, di limone, di salvia, di cipresso e rosmarino, agiscono sui vasi linfatici per prevenire ristagni ed edemi.

Tra le buone abitudini per uno stile di vita corretto, c’è anche una dieta equilibrata, che comprende frutta e verdura fresca e di stagione e spezie, ma limitare i grassi, il sale, l’alcool, il caffè, le bevande ricche di zucchero e i cibi confezionati.

Il tutto assolutamente accompagnato dall’assunzione di molti liquidi, acqua e tisane drenanti, per garantire la giusta idratazione. L’acqua o le tisane vanno assunte spesso e in piccole dosi, così il corpo imparerà ad assorbire i liquidi in maggiore quantità.
Alcuni prodotti naturali da assumere attraverso le tisane aiutano a drenare, disintossicare e sgonfiare, come la linfa di betulla, i frutti di bosco, la liquirizia, la curcuma, l’erica, il tarassaco, l’ortica, la pilosella e l’ippocastano.

Lettura consigliata:  Bava di Lumaca: benefici, proprietà e come scegliere le migliori creme

Migliori creme contro la ritenzione idrica

Per fortuna anche la cosmesi aiuta a risolvere il problema, esistono infatti dei trattamenti estetici che possono coadiuvarci nell’aiutare a drenare i liquidi in eccesso stimolando il sistema linfatico. 

Di seguito una breve guida sui migliori prodotti in commercio per trattare la ritenzione idrica e favorire il drenaggio:

Snellente drenante gambe della Somatoline

Questa crema drenante snellisce le gambe in due settimane di applicazione. Aiuta a drenare i liquidi in eccesso e ad uniformare la pelle. Il gel ha effetto ghiaccio, studiato appositamente per snellire le gambe che risultano appesantite da accumuli adiposi e dalla ritenzione idrica. È una crema a rapido assorbimento che da subito una sensazione di leggerezza.

Link: https://amzn.to/3ghNetr

Trattamento drenante gambe e glutei della Guam

Questa crema è alle alghe marine, formulata con principi naturali attivi drenanti che agiscono efficacemente sulle zone critiche soggette a ritenzione idrica.

Link: https://amzn.to/3mPhf6v

Defence body drenante della Bionike

Questa crema favorisce il drenaggio dei liquidi in eccesso, alleviando il gonfiore e la pesantezza delle gambe, lasciando un effetto rinfrescante. In generale aiuta a migliorare la micro circolazione cutanea. La sua texture è leggera e non grassa. È un ottimo defaticante per le gambe.

Link: https://amzn.to/3mPk1sf

Crema corpo anticellulite snellente della J. Armor

Questa crema svolge un’azione anticellulite con alghe dell’oceano, drenante e dimagrante con carnitina, caffeina, fosfatidilcolina, fucus e lecitina. Elimina i liquidi in eccesso e la buccia d’arancia lasciando le gambe più leggere. È ricca di bava di lumaca e vitamina E.

Link: https://amzn.to/36N07sn

Omniven Gambe della Diosmin expert

Error: Unknown Link Type

Questa crema gel è studiata per aiutarci a mantenere alto il livello di benessere delle gambe alleviando la pesantezza con alcuni ingredienti naturali quali la diosmina, che serve a ripristinare il normale tono venoso delle gambe; escina, rusco, vite rossa e mirtillo per aiutare il ripristino circolatorio delle gambe donando un senso di leggerezza; ippocastano e centella asiatica che aiutano a rinforzare i capillari per migliorare anche l’aspetto delle gambe. È senza parabeni, senza profumi e senza siliconi.

Link: https://amzn.to/3gkSV9Z