Come si può curare la sinusite cronica

Oggi risolvere definitivamente la sinusite cronica e tornare a respirare è più facile di quanto pensi, anche senza intervento chirurgico! Nel tempo sono state sviluppate metodologie per la cura della sinusite sempre meno invasive, più rapide e totalmente prive di rischi.

La sinusite e le sue possibili cause

La sinusite è un disturbo comune e piuttosto fastidioso innescato dall’infiammazione delle mucose dei seni paranasali, cavità presenti all’interno delle ossa del viso che hanno funzione di produzione e conservazione del muco necessario all’umidificazione del naso e alla protezione dagli agenti esterni.

Può essere causata da vari fattori tra cui:

  • un raffreddore trascurato
  • infezioni
  • allergie
  • polipi nasali
  • ipertrofia dei turbinati
  • fattori anatomici
  • fumo di sigaretta

L’aumentata produzione di muco unita all’ispessimento delle pareti tipico degli stati infiammatori rende difficoltoso il suo naturale drenaggio attraverso il naso e causa un ristagno che facilita la proliferazione batterica.

Inoltre l’aria contenuta all’interno degli stessi che in condizioni normali è libera di fluire, resterà bloccata determinando la tipica sensazione di compressione e di dolore intorno a naso e occhi in corrispondenza appunto dei seni paranasali.

Tipologie di sinusite

La sinusite viene detta acuta quando ha una durata di 3-4 settimane ed è accompagnata da febbre, cronica quando il fastidio perdura per più di 2-3 mesi in assenza (o lieve presenza) di febbre.

Come già accennato la sinusite deriva sempre da un’infiammazione di uno, o più di uno, dei quattro seni paranasali e in base alla localizzazione del dolore nelle varie aree del volto possiamo distinguere tra:

  • sinusite mascellare
  • sinusite frontale
  • sinusite etmoidale
  • sinusite sfenoidale

Riconoscere la sinusite

La sintomatologia della sinusite potrebbe facilmente essere confusa con quella della rinite allergica o del normale raffreddore, ma è necessario riconoscerla nel più breve tempo possibile per poter intervenire prontamente e evitare che possa cronicizzarsi e determinare problemi e complicazioni a tutto il resto dell’apparato respiratorio.

Lettura consigliata:  Armolipid Plus: a cosa serve, benefici e recensione

I sintomi classici della sinusite comprendono:

  • congestione nasale
  • dolore (e talvolta gonfiore) attorno agli occhi o dietro essi e in corrispondenza di naso, guance e fronte.
  • diminuzione del senso dell’olfatto e del gusto
  • presenza di muco denso di colore giallo o verde
  • mal di testa persistente

Possono altresì presentarsi dei disturbi accessori quali alitosi, tosse, mal di gola, dolore all’arcata dentaria superiore o alla mascella.

I rimedi per alleviare i sintomi della sinusite

Per trovare sollievo dai fastidiosi sintomi legati alla sinusite è possibile mettere in atto alcuni piccoli accorgimenti volti a facilitare l’espulsione del muco che intasando i seni paranasali innesca la sintomatologia.

L’utilizzo di un umidificatore negli ambienti casalinghi può aiutare a prevenire la secchezza delle mucose e agevolare il distacco delle secrezioni così come fare dei bagni o delle docce calde.

Bisogna inoltre bere molta acqua per fluidificare il muco e all’occorrenza eseguire dei suffumigi con oli essenziali dal potere decongestionante come per esempio il timo o il rosmarino.

È inoltre possibile pianificare con il proprio medico dei percorsi specifici e personalizzati di trattamento della sinusite attraverso l’uso delle acque termali al fine di sciogliere il muco e stimolare la sua naturale espulsione.

Anche fattori come l’alimentazione e un adeguato riposo possono influire sulla remissione dei sintomi della sinusite.

In caso di febbre o in assenza di miglioramenti della sintomatologia è necessario contattare il medico per iniziare una cura specifica.

Le cure per contrastare l’infiammazione

L’unico modo davvero efficace per risolvere la fastidiosa sintomatologia legata alla sinusite evitando che diventi cronica è risolvere con prontezza l’infiammazione che ne è alla base.

Solo il medico, dopo un’attenta valutazione delle cause, potrà prescrivere la cura più adeguata e funzionale alla sua risoluzione.

Lettura consigliata:  Cosa è la dieta chetogenica? Benefici ed alimenti

Il ricorso allo spray nasale (senza indicazione del medico) è solitamente la prima ingenua risposta ai primi sintomi della sinusite, bisogna però stare molto attenti a ricorrere a questo tipo di cura senza la supervisione di un medico perché potrebbe risultare inefficace se non addirittura peggiorativa.

Spesso il medico prescrive degli antinfiammatori o dei decongestionanti associandoli a un ciclo di aerosol che in alcuni casi, grazie alla sua capacità di erogazione del medicinale direttamente in loco, si rivela particolarmente utile.

La terapia antibiotica invece andrebbe intrapresa solo nei casi in cui si sia accertata tramite tampone un’infezione in atto.

Nel caso in cui la sinusite sia ormai cronica ogni tentativo di cura risulterà inefficace a lungo termine e bisognerà puntare su interventi più incisivi che siano in grado di eradicare il problema alla base e restituirci il benessere.

Metodologie per la risoluzione definitiva della sinusite cronica

Come indicato anche sul sito del dottor Valieri la risoluzione chirurgica della sinusite cronica va scelta dal medico in base alle cause di ostruzione e ristagno ed è volta al ripristino della corretta areazione dei seni paranasali e alla rimozione definitiva della causa dell’ostruzione al fine di ripristinare il naturale drenaggio del muco attraverso il naso.

Si procede contestualmente alla rimozione delle secrezioni purulente lasciando in alcuni casi il paziente libero di respirare e eliminando sintomi come il mal di testa in modo praticamente immediato.

Si rivela necessaria nei casi in cui le cure non riescano a risolvere il problema e i fastidi legati alla sintomatologia compromettano la buona qualità della vita del paziente e ne disturbino il riposo notturno.

Chirurgia endoscopica

L’intervento più diffuso, ma anche più invasivo, è la chirurgia funzionale endoscopica dei seni paranasali (FESS), è indicata in presenza di polipi nasali o di deviazioni del setto nasale e si svolge con anestesia generale in day hospital.

Consiste nella frammentazione e aspirazione del tessuto patologico e delle secrezioni infette tramite l’utilizzo di un endoscopio e di un particolare strumento chiamato microdebrider. Vengono poi applicati i tamponi che verranno rimossi nelle successive 24/48 ore.

Lettura consigliata:  Colesterolo alto: cause, valori, rischi e trattamenti

Il chirurgo interviene dall’interno delle narici dunque senza tagli esterni e punti di sutura.

Laser terapia

Un’altra metodologia possibile per la sinusite cronica è la laser terapia del naso e dei seni paranasali, è rapida (circa un’ora), indolore, viene effettuata in anestesia locale e anch’essa prevede che si intervenga dall’interno delle narici.

È un intervento di chirurgia ambulatoriale e non richiede l’utilizzo di tamponi o ricoveri, consiste nella vaporizzazione dei tessuti infiammati o in eccesso mediante l’utilizzo di una fibra ottica laser, si effettuerà in seguito un drenaggio delle secrezioni ristagnanti.

Balloon SinuPlasty

Esiste inoltre una semplicissima e innovativa tecnologia mininvasiva per la risoluzione della sinusite cronica detta Balloon SinuPlasty (BSP).

È la procedura più rapida tra tutti gli interventi possibili (circa mezz’ora) ed è eseguita con anestesia locale spray, viene effettuata attraverso le narici e non prevede l’utilizzo di tamponi nasali né alcun tipo di taglio o sanguinamento, il che permette un recupero post operatorio pressoché immediato.

È un intervento ambulatoriale e consiste nell’introduzione di un catetere a palloncino nei seni paranasali che una volta raggiunta la posizione verrà gonfiato producendo una dilatazione permanente del dotto di scarico delle secrezioni, evitando così la possibilità di recidive.

Contestualmente si procede alla pulizia dei seni paranasali aspirando il catarro infetto senza provocare traumi alla mucosa interna e risolvendo la sinusite in modo immediato, definitivo, sicuro e senza alcun rischio di danni a carico della vista e dell’olfatto.